Softair Pisa

La mia prima volta

La mia prima volta al Tiro a Segno Nazionale

Pallottola 9x21mm



In realtà è la seconda volta. La prima fu nel '96 a Pisa, ma non conta per una serie di ragioni. Nel fare il porto d'armi ad uso sportivo, per chi non lo sapesse, occorre seguire un breve corso teorico e pratico che viene svolto presso una delle sedi del Tiro a Segno Nazionale. Prima ti spiegano la teoria, qualche legge, e come si brandisce un'arma corta e una lunga. Ti fanno provare a impugnarla, a togliere e mettere il caricatore, la sicura etc.. Le basi insomma. Poi in un secondo momento si va al poligono e si sparano 100 colpi. 50 con un'arma corta e 50 con una lunga. C'è chi spara per anni, chi vince gare, ma la "prima volta" non si scorda mai..Sono stato al Tiro a Segno di Pistoia. E' un bell'ambiente con stile un po' retrò italianissimo, affascinante. Sembra un salto indietro di qualche decennio, ma le linee sono nuove e ben tenute.

La prima cosa che colpisce è il rumore. Occorre tenere sempre le cuffie, dalle quali stranamente si sente bene la voce di chi ti parla. Senza, le orecchie fanno male. Diventa un mondo ovattato, fatto di rumori improvvisi. E poi c'è l'odore della polvere, che fa l'effetto della benzina, ovvero sembra quasi buono.

Prima prova: Beretta 98F

Dopo averla comprata da softair (e recensita qui) ho avuto la fortuna di poterla provare vera. Il primo colpo mi è entrato dentro. Non la blindatura della pallottola, ma la sensazione forte e potente del rinculo. Il suo kilogrammo di peso si sente, ed è piacevole. Primi 5 colpi a 10 m circa, tutti  a destra e fuori dal centro nero (si vedono anche nel bersaglio). L'istruttore mi guarda un po' e mi trova una valanga di errori nell'impugnatura. Ok, riproviamo, già meglio. A differenza di quella a gas, qui ogni "erroretto" di presa si paga con decine di centimetri. Ok, ricarico, risparo, ricarico e sparo ancora. Altri 3 caricatori da 5 colpi e finalmente siamo dentro. Allontano un po' il bersaglio e riparto: sempre dentro! Mi dice "via, allora prova con una mano sola". Mi metto a 45°, posizione da fico, mano sul fianco e bam bam. Tutti fuori, in basso, a lato... Vabbè... Fine dei miei primi 50 colpi 9x21 Full metal Jacket. Pallottole 9x21mm
 
Prova di tiro con Beretta 98F (9x21mm) 

 Seconda prova: Beretta CX4 Storm 9mm

Il fucile che ho provato è tipo bullpup ovvero con otturatore e sistema di scatto, ed eventualmente caricatore, posti dietro il grilletto, in modo da avere un'arma più corta ed equilibrata a parità di lunghezza della canna. Il Barrett M95 è uno dei più famosi ad adottare questo sistema. Questo Beretta è ottimo per il tiro e usa lo stesso calibro della 98F. Molto futuristico nelle linee.. tutti i dettagli li trovate qui. Mi dicono che praticamente spara da solo. Vediamo. Il caricatore penso sia uguale a quello della pistola (penso per interoperabilità), inserisco le cartucce, armo e mi metto in posizione. L'istruttore mi guarda, fa per correggere qualcosa e poi mi dice "va bhè dai, ci sei". Inizio. Allineo gli organi di mira, stavolta il bersaglio è in fondo alla linea e sono 25m. Premo il grilletto. Una gioia. Il rinculo si sente appena, il fucile quasi non si muove. Rimango nell'intimità ovattata dei suoni che entrano nelle cuffie e nel mondo costituito dal mio occhio, la tacca di mira e il bersaglio. Sparo e via dentro. Un altro pianeta rispetto alla pistola e praticamente da subito sono dentro alla zona nera. I colpi che sono fuori sono l'emozione del filmino..

Poligono
 
Prova di tiro con Beretta CX4 Storm (9x21mm)