Le Flashlight (guida)

Le flashlight nel softairUno dei momenti di massima atmosfera per praticare softair è quando la luce comincia ad essere poca..  Tramonto, ambienti chiusi ma soprattutto la notte..
Come sempre, avere il giusto equipaggiamento è fondamentale. Parliamo di illuminazione..

La guida completa alle Flashlight

Le flashlight nel softair


Uno dei momenti di massima atmosfera è quando la luce comincia ad essere poca.. non solo quindi un appuntamento galante, ma anche durante il softair. Tramonto, ambienti chiusi e soprattutto la notte..
Come sempre, avere il giusto equipaggiamento è fondamentale.

Un po' di teoria

La "potenza" di una luce si misura in lumen (lm). Senza andare nei dettagli, è la misura del flusso luminoso prodotto da una sorgente. Non è da sola sufficiente a descrivere come si comporta una lampadina, perchè la stessa luce emessa può essere più o meno concentrata, ma è un buon indicatore che rende l'idea della capacità di illuminare. Ovviamente, più i lumen sono alti e più sarà il consumo di energia, la grandezza della flashlight, il peso etc..

Per dare un'idea, un proiettore da conferenze produce 1500 lm, una lampadina di casa circa 800-1000, una torcetta con la quale illuminare un sentiero mentre si cammina, circa 300. Le nuove lampade a LED sono l'ideale per il softair, in quanto abbinano un consumo ridotto a un peso leggero, ma soprattutto sono adatte ad essere utilzzate ad intermittenza: si illuminano all'istante e si rispengono altrettanto rapidamente. Ovviamente costano un poco di più..

La potenza non è tutto

Bisogna avere equilibrio. Non è detto che avere maggiore potenza sia necessariamente meglio. Se ad esempio si illumina un muro bianco con 500lm, l'effetto di riflessione e l'improvvisa luce accecherebbero l'operatore. Questo subito dopo aver segnalato a grande distanza la sua presenza. Non molto furbo. Il range ottimale per il softair è 50 - 200 lumen.

Flashlight nel softair

Può capitare di dover illuminare una mappa o altro. In questo caso occore una torcetta manuale, molto poco luminosa per non essere visibili da lontano e per eliminare peso. Tutto il resto va montato sull'ASG (air soft gun). Importante è dotarsi di un comando a distanza per poter operare sulla luce senza dover muovere le mani dall'impugnatura.

80 lumen sono l'ideale da montare su un fucile da softair. Permettono una buona visibilità a distanza media-corta, sono leggere ed economiche, partono da 30 euro. Consideriamo che 80 lm in faccia ad un avversario sono sufficienti ad accecarlo per alcuni secondi..150 lumen sono anche meglio, ma si comincia ad avere peso. Esistono poi dei filtri colorati che possono aiutare a "dissimulare" l'emissione luminosa, ma che ovviamente ne riducono l'intensità. In questi casi qualche lumen in più non guasta.

flashlight softair

Flashlight standard installata su rail 

Equipaggiare una flashlight su un'arma

Ci sono varie soluzioni per montare una flashlight sulla propria asg, ognuna con pro e contro.
La soluzione più semplice e difusa è utilizzare un rail.

Le versioni integrate nella grip offrono alcuni vantaggi, sono robuste e non hanno le connessioni degli interruttori da dover gestire, ma aggiungono peso e costano un pochino di più, ma in fondo è compre prendere due piccioni con una fava. Hanno più posto per le batterie e spesso funzioni utili, avendo vari bulbi, come il modo a basso ed alto profilo, da impostare in base alle necessità.

 

flashlight softair

Flashlight con annesso puntatore laser 

Ci sono poi le versioni "combo" ovvero quelle dotate anche di laser, ammesso che troviate utile averlo. Il vantaggio innegabile è l'aspetto "very cool" che il vostro fucile assumerà..


Un consiglio personale. Evitate tutto ciò che ha strane funzioni (strobo, sos, etc..) servono solo a complicarsi la vita e a non trovare quello che serve quando serve..

flashlight softair

Flashlight con impugnatura grip

SEAL Team 9 - Softair Pisa